Matrimonio Giulia e Helmet

Giulia (Padovana) e Helmet (di origine Estone) si sono conosciuti a Gibilterra, entrambi lì per lavoro, per poi trasferirsi in Francia.

Hanno deciso di sposarsi alla Corte di Trambacche (Veggiano . PD), un contesto semplice, sincero, come loro. Il fatto che la cerimonia e il ricevimento fossero avvenuti nel medesimo posto, ha permesso che il reportage fotografico si sviluppasse senza interruzione di continuità, raccontando ancora più sinceramente e sempre più fedelmente l’evolversi della giornata, di un continuo mutare di situazioni ed emozioni, partendo dalla cerimonia per poi passare a tutte le altre fasi dell’evento: foto di gruppo, brindisi, ricevimento, ballo, taglio della torta (il tutto condito da una quantità d’innumerevoli scatti rubati) per passare poi alla seconda parte della festa con l’arrivo in serata di altri amici, potendo dare il via alle danze sfrenate di tutti gli invitati fino alla conclusione naturale dei festeggiamenti.

Tempistiche di lavoro? Quasi 10 ore.

“Non potevamo fare una scelta migliore per documentare il giorno più bello della nostra vita!

Conosco Andrea da anni, anche prima che iniziasse la sua carriera nella fotografia. Si può dire che l’ho visto cominciare, muovere i primi passi e appassionarsi sempre di più! E la sua passione si vede in ognuno dei suoi scatti! Le foto del nostro matrimonio sono un sogno ad occhi aperti!

Ogni volta che le riguardiamo riusciamo a rivivere tutte le emozioni di quel giorno stupendo! In ogni foto Andrea è riuscito a immortalare l’attimo, l’emozione, la gioia, l’allegria!

Il suo stile non è quello di un fotografo di matrimoni classico che ti fa le foto in posa plastica che secondo la mia opinione non hanno alcun senso… lui ha un suo stile dinamico, vero, che sa cogliere l’attimo e renderlo al meglio!

Beh, che altro dire: se volete dei ricordi indelebili del vostro giorno più bello di sicuro Andrea fa al caso vostro!!”

Giulia e Helmet